Da una vita nasce una speranza, della Dott.ssa Giulia Pucci


Calabria CBB“Da una vita nasce una speranza!”

È questa la mission della Calabria Cord Blood Bank, unica Banca pubblica autorizzata dalla Regione Calabria, nata, nel 2006 per raccogliere, conservare e rilasciare cellule staminali cordonali prelevate nel momento più bello della vita di una mamma.

La Calabria Cord Blood Bank, che possiede i requisiti necessari per cedere unità di sangue cordonale ai fini di trapianto ematopoietico nell’ambito dei circuiti internazionali, ha rilasciato, ad oggi, 12 unità cordonali prelevate da mamme calabresi e inviate presso centri trapianti italiani, europei e statunitensi, per essere trapiantate in pazienti onco-ematologici.

La Calabria Cord Blood Bank fa parte della rete di 19 banche italiane denominata Italian Cord Blood Network, coordinata dal Centro Nazionale Trapianti e Centro Nazionale Sangue. A livello regionale opera nell’ambito della Struttura Regionale di Coordinamento – Centro Regionale Sangue in collaborazione col Centro Regionale Trapianti.

L’utilizzo delle cellule staminali cordonali a scopo di trapianto, è ormai consolidato: in Italia, nel 2011 dai dati ufficiali del Registro Italiano Donatori Midollo Osseo, sono stati effettuati 887 trapianti di cellule staminali emopoietiche, di cui 118 con sangue prelevato dal cordone ombelicale a beneficio di pazienti che non hanno un donatore compatibile in famiglia. Anche la Calabria Cord Blood Bank, che promuove la donazione e la raccolta del sangue da cordone ombelicale finalizzate al trapianto ematopoietico, grazie al network di collaborazione con i tanti professionisti di varie discipline, dà un contributo alla rete trapiantologica internazionale.

In sintesi, le cellule prelevate dal cordone ombelicale nei 15 punti nascita regionali, adeguatamente formati dalla Banca, giungono al Laboratorio dell’Ospedale Morelli e, dopo attenta valutazione qualitativa e quantitativa, sono congelate. Dopo un ulteriore controllo eseguito sulla madre a 6/12 mesi dal parto, le unità cordonali sono rese immediatamente disponibili per i Centri Trapianto mondiali, per i pazienti in lista d’attesa, poiché rispettano i requisiti previsti dagli standard nazionali ed internazionali (numero elevato di cellule staminali e studio di compatibilità di altissimo livello). La rete della Calabria Cord Blood Bank coinvolge diversi professionisti sanitari e collabora con le associazioni di settore.

In particolare l’ADISCO Calabria, nella persona della Presidente Franca Arena Tuccio, ha contribuito sin dall’inizio a sostenere l’attività della Banca, diffondendo la cultura della donazione grazie all’impegno delle volontarie e socie ADISCO, e supportando una borsa di studio, nel 2013, per un’ostetrica, dedicata alla raccolta del sangue cordonale, che opera presso il punti nascita di Reggio Calabria. Inoltre ha donato un’autovettura a norma dedicata al trasporto delle unità cordonali, un dry-shipper, speciale contenitore per il trasporto delle stesse in azoto liquido per il trapianto, 20 registratori di temperatura data logger, per il monitoraggio continuo della temperatura durante il trasporto dai punti nascita, fino alla sede della Calabria Cord Blood Bank.

È di prossima apertura il punto nascita presso gli Ospedali Riuniti Cetraro-Paola diretto dalla Dr.ssa A. Mistorni, che ha inviato alcuni dei suoi collaboratori presso la sede della Banca per essere formati al prelievo di sangue cordonale, e, grazie alla collaborazione dell’Associazione ADVS- Fidas di Paola, sarà garantito il trasporto fino a Reggio Calabria.

La donazione del sangue cordonale è un gesto di grande solidarietà, di crescita civile e di elevato valore sociale. Un gesto sicuro e gratuito che non comporta alcun pericolo per la mamma e per il bambino, e che, ad oggi, rappresenta l’unico modo efficace per salvare tante vite umane.

Per approfondimenti:

www.calabriacbb.com

Dott.ssa Giulia Pucci


Informazioni su Gertrude Ilpaesedigertrude

il paese di Gertrude è un'associazione di volontariato nata nel Gennaio 2013 con sede a Bonifati (CS). Si occupa di divulgare la cultura della donazione di midollo osseo e di promuovere la musica d'autore, attraverso un festival che si tiene dal 20 al 22 agosto a Cittadella del Capo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>