UNO SGUARDO ALLE STATISTICHE: regioni e paesi con il maggior numero di donatori iscritti all’albo


Il Registro Nazionale Italiano Donatori di Midollo Osseo, nato nel 1989 a Genova e riconosciuto nel 2001 come Registro Nazionale  dalla legge 52/2001 si occupa della ricerca di CSE (Cellule Staminale Emopoietiche) e di donatori di midollo osseo presso le banche e i registri di tutto il mondo svolgendo anche attività di coordinamento dei Registri Regionali e trattando con i registri nazionali degli altri paesi.

Nel 2012 sono state 158 le donazioni italiane a favore di pazienti italiani (108) ed internazionali (50) effettuate grazie al supporto del Registro Nazionale.

 

image1Al 2010 (Dati Istat) il Registro conta 413.867 donatori iscritti all’albo di cui solo 338.111   effettivamente rispondenti ai criteri necessari per poter essere potenziali donatori. Su di una popolazione italiana eleggibile di 31.279.816 (età compresa fra i 18 e i 55 anni) appena una persona ogni cento abitanti è iscritta all’albo. Prescindendo dal dato aggregato si notano profondissime differenze demografiche regionali: la Sardegna ha il tasso più alto d’Italia (2,35%) vicino alla media del Nord Italia (16 iscritti ogni 1000 abitanti) pari a circa 4 volte la media del Meridione (4,5 donatori ogni 1000 abitanti), mentre l’Italia centrale si pone a metà strada con poco meno di 7   iscritti ogni 1000 abitanti.

Basti pensare che l’Italia centro meridionale (compresa la Sicilia ed esclusa la Sardegna) pur rappresentando il 51% della popolazione italiana contribuisce solo per il 25% al Registro Nazionale dei donatori di midollo.

image2

 

Il Registro Nazionale è cresciuto nei primi dieci anni a ritmi incalzanti (nel 1999 contava 230.000 individui dopo essere più che triplicato in 4 anni) contando circa 20.000 nuovi iscritti ogni anno. Parallelamente sono cresciute progressivamente anche le ricerche attivate per pazienti italiani (1569 quasi triplicate dai 592 del 2000) ed internazionali (2025) presso i registri italiani. Dai 251 trapianti del 2000 il Registro Nazionale Italiano e quelli stranieri hanno permesso di arrivare alle 757 donazioni del 2011, facendo registrare una forte differenziazione nella provenienza delle CSE (Cellule Staminali Emopoietiche).

image3Se nel 2000 l’86% delle CSE proveniva da Midollo osseo, a partire dal 2004 è incrementato a dismisura l’utilizzo di CSE provenienti da sangue periferico che risulta oggi essere la pratica più diffusa rappresentando la fonte del 55% dei trapianti effettuati verso pazienti italiani da donatori non consanguinei.

Grazie a questa forte crescita sono state possibili ad oggi 2844 donazioni da parte di donatori italiani verso pazienti italiani (1927) ed internazionali (917); oggi un paziente ha circa il 60% di possibilità di trovare nel Registro Italiano un donatore HLA identico.

image4

L’Italia nel solo 2011 ha beneficiato di 543 donazioni provenienti da paesi esteri (397 da donatori europei, in particolare 343 dalla Germania e 146 da donatori extraeuropei, 117 da donatori statunitensi) a fronte di un’esportazione di 59 donatori.

Il Registro Nazionale Italiano negli ultimi anni, a fronte della crescita dei dimessi dall’Albo (dovuta perlopiù a soggiunti limiti di età), ha visto diminuire sensibilmente i nuovi iscritti nell’Albo che soddisfino i requisiti necessari: nel periodo 2006-2011 sono stati mediamente 2137 i nuovi iscritti mentre nel 2001-2005 erano mediamente 8007 ogni anno. Il Registro Nazionale Italiano con i suoi 338.910 iscritti è il terzo più grande d’Europa per dimensioni  (dopo Regno Unito e Germania) e l’ottavo nel mondo (davanti si posizione Giappone, Brasile, Stati Uniti, Israele e Canada). Nonostante questo il rapporto tra popolazione totale e iscritti all’Albo non è entusiasmante: ci sono in media 5,5 iscritti ogni 1000 abitanti contro i 21 degli Stati Uniti, 58 della Germania ed i 15 del Brasile.

image5Il coordinamento e l’armonizzazione dei registri internazionali hanno permesso il 30 gennaio 2013 di raggiungere l’obiettivo del milionesimo trapianto di cellule staminali (compresi autotrapianti) e di raccogliere oltre 20 milioni di potenziali donatori nei registri nazionali di tutto il mondo.

 

di Francesco de Rosa

 

FONTI:

 

Dati Istat

 

Report di attività 2000-2012 – Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo

 

Standard di funzionamento 2013 – Italian Bone Marrow Donor Registry

 

Rendine, Barbanti, Borelli, Dall’Omo, Roggero, Sacchi, Curtoni – Il Registro Italiano dei Donatori di Midollo Osseo: Struttura genetica e strategie di reclutamento, Ann. Ist. Super. Sanità, Vol. 35, n.1 (1999), pp.21-34

 

www.bmdw.org – Bone Marrows Donors Worldwide

 


Informazioni su Gertrude Ilpaesedigertrude

il paese di Gertrude è un'associazione di volontariato nata nel Gennaio 2013 con sede a Bonifati (CS). Si occupa di divulgare la cultura della donazione di midollo osseo e di promuovere la musica d'autore, attraverso un festival che si tiene dal 20 al 22 agosto a Cittadella del Capo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>